Visita al museo

Visita al museo

Conoscete il modo di dire: “Mangiare la foglia”?
.. e: “Dormire delle quarta”?

Sono frasi ancora in uso, ma di cui il significato non ci è più chiaro.

Rimandano a un passato non così lontano, quello dei nostri bisnonni, quando queste espressioni erano di uso comune, perché le attività legate bachicoltura/sericoltura erano all’ordine del giorno e davano di che vivere alla popolazione.

Con i bozzoli veniva filato il pregiato organzino, venduto successivamente in Francia e utilizzato nelle tessiture lionesi per confezionare preziosi tessuti.

Nel “Museo del Setificio Piemontese” imparerete come venivano allevati i bachi, vedrete l’antica filanda dove si preparava il filo di seta e, per finire, visiterete il filatoio, da cui prende il nome tutto il complesso.

Qui potrete apprezzare una delle rare ricostruzioni dei mulini idraulici da seta. Ammirarli in movimento vi emozionerà!


Obiettivi obiettivi: fornire un quadro completo sul ciclo produttivo dei filati serici.
Il percorso può costituire un valido supplemento didattico per i corsi di Storia, Scienze, Tecnologia.

Calendario quando: tutto l’anno

Orologio durata: un’ora e un quarto circa

Classi classi: Primarie e Secondarie di Primo Grado

Euro costi: € 3,00 a studente;
gratuito per insegnanti e accompagnatori;
gratuito per ragazzi diversamente abili

Persone partecipanti: min 15, max 25 studenti per classe;
max 2 classi alla volta

Informazioni informazioni: info@fondazionefilatoio.it
0171/618300 o 0171/610258